15 Agosto 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

La Polverosa 2012

12-06-2012 22:16 - News Generiche
UN SUCCESSO PER IL COMITATO PARMENSE A MONTICELLI TERME VA IN SCENA LA QUINTA EDIZIONE DI "LA POLVEROSA". OLTRE QUATTROCENTO AL VIA DELLA MANIFESTAZIONE PER BICI D´EPOCA. AL SABATO CINQUANTA PARTECIPANTI ALLA CRONOMETRO STORICA

Monticelli Terme (Parma), 10 giugno 2012

La Cronometro d´epoca
Monticelli Terme: un paese in festa per la bicicletta in un sabato dal calore e dal sapore già estivi. Tutto questo grazie ad un evento chiamato "La Polverosa-Memorial Gianni Ghiretti", giunto quest´anno alla quinta edizione. Nata nel 2008 come pedalata per biciclette d´epoca, grazie a Ghiretti Costruzioni e all´Unione Velocipedistica Parmense, la manifestazione si allargata coinvolgendo l´intero comune di Montechiarugolo e gran parte della cittadinanza di Monticelli, moltiplicando gli appuntamenti, con avvenimenti sportivi, culturali e di spettacolo. Fin da primo mattino di sabato le vie centrali della cittadina termale sono state invase dalle bancarelle della Mostra-scambio internazionale di cicli storici e da quelle di antiquariato e hobbistica. Nel primo pomeriggio sono partiti da Parma i partecipanti alla "Pedalata per ciclisti classici" su biciclette da viaggio e in abiti borghesi, tutto in stile Belle Epoque, che hanno raggiunto Monticelli mentre era in corso "La Polverosa dei piccoli", dedicata ai ciclisti in erba. Momento clou della giornata, la "Cronometro d´epoca", organizzata in collaborazione con Comitato parmense, con al via una cinquantina di "specialisti" che hanno sfoggiato una gamma di biciclette dai primi del Novecento fino agli anni Ottanta, data in cui sono comparsi i mezzi attuali. Sfida all´ultimo colpo di pedale lungo le strade di campagna nei dintorni di Monticelli, toccando le frazioni di San Geminiano e Tripoli. Divisi per epoca del mezzo ma in una kermesse dallo spirito goliardico. Per la cronaca, successi dei parmensi Silvano Croci con una Dulucq del 1909, Andrea Stacchi con una Titan del 1949 e Marco Pesci con una Colnago del 1971. Altre vittorie per il trentino Arrigo Armani, il cesenate Marco Pompili e di Rossella Giannini da Città di Castello fra le donne. A seguire, la serata conviviale e di spettacolo per gli ospiti della manifestazione con la "Cena degli Impolverati" e lo show di swing e burlesque con Loulou Leroy e il gruppo musicale Bixio e le Simpatiche Canaglie. Tutto questo in attesa della domenica quando alle nove in punto è fissato il via della vera e propria Polverosa.


La Polverosa
Adriano Malori, ultima e unica maglia rosa italiana al Giro d´Italia 2012, è stato lo starter d´eccezione del quinto appuntamento con "La Polverosa-Memorial Gianni Ghiretti". Il giovane professionista di Traversetolo è giunto di buon mattino nella vicina Monticelli Terme e si è trovato di fronte l´imponente schieramento degli oltre quattrocento ciclisti d´epoca al via della manifestazione. "Questo è il popolo del ciclismo - ha dichiarato il campione parmense - entusiasta e caloroso, la cui passione è il vero nutrimento di questo straordinario sport". Abbassata la bandierina della partenza, col benestare del Presidente del Comitato parmense Angelo Mora e sotto l´occhio vigile del giudice Bruno Adorni, un lungo serpentone multicolore si è mosso per le vie della cittadina termale con in testa campioni parmensi del passato quali Luciano Armani, Emilio Casalini, Ottavio Marchesi, Claudio Torelli e l´ex campionessa italiana Florinda Parenti. Al via anche il direttore della testata Bici d´epoca che cavalcava un impressionante grand-bi con una gigantesca ruota anteriore. Una volta usciti dall´abitato, scortati dal gruppo dei motociclisti storici, i pedalatori, indossate le loro vecchie maglie di lana e infilati gli scarpini nei puntapiedi dei pedali, si sono avviati verso le prime colline lungo itinerari il più vicino possibile come immagine a quelli del ciclismo del passato, in particolare percorrendo le cosidette "strade bianche" caratterizzate da estesi tratti privi di asfaltatura. Tre i tracciati proposti: quello più corto, di circa quaranta chilometri, dedicato ai meno allenati, mentre, sia il medio da sessanta sia il lungo da novanta chilometri, hanno messo a dura prova i partecipanti, soprattutto quelli che viaggiavano su mezzi dei primi decenni del Novecento, privi di cambio. Un sole quasi estivo ha accompagnato il viaggi degli "eroici", così come il vento che rendeva più gradevole la temperatura e alzava nuvole di polvere che ben si addicono al nome dell´evento. Per tutti è stata una vera e propria immersione nello splendido scenario dell´appennino, una cartolina con i colori del grano maturo, del fieno verdeggiante e dei tre inimitabili castelli di Felino, Torrechiara e Montechiarugolo. Difficilmente i tanti ciclisti provenienti dalle più diverse regioni italiane dimenticheranno il ristoro di Stadirano con fumanti piatti di torta fritta e vassoi colmi del nostro salame e del nostro grana e quelli dei tre manieri citati dove si formavano allegre e chiassose brigate pronte a scambiarsi battute e a vuotare generosi calici di malvasia. Chi ha scelto il percorso lungo avrà un ricordo indelebile degli scorci mozzafiato sulla Val Parma, come pure della Val Baganza transitando sull´ardita ed emozionante passerella che congiunge San Vitale al Poggio. E dopo tante energie spese, tutti sono convenuti al Punto Blu di Monticelli dove il Presidente Beppe Dello Russo e i ragazzi del circolo, insieme alla sportiva Monticelli Terme 1960 e al locale Parma Club, hanno imbandito decine di tavoli con tortelli e altri piatti tipici. Se la serata di sabato si era chiusa con lo spettacolo a ritmo di swing, per la domenica, vista anche la presenza di Malori, la colonna sonora ideale avrebbe potuto essere "La vie en rose". Un colore che ben si addice al futuro della Polverosa, che infatti appare sempre più roseo.

La premiazione
Al termine della manifestazione, alla presenza di Walter Antonini, Assessore allo sport della Provincia di Parma e di Luigi Buriola, Sindaco di Montechiarugolo che hanno sottolineato la valenza sportiva e culturale dell´evento, si sono tenute le premiazioni. Fedeltà storica della bicicletta e dell´abbigliamento i criteri di valutazione per i concorrenti suddivisi in quattro fasce a seconda dell´epoca del mezzo utilizzato. Prima fra le donne la perugina Rossella Giannini, su Alan del 1975. Nella fascia dei velocipedi più antichi, che arrivano fino al 1939, ha vinto il marito Gabrio Spapperi con una Peugeot del 1920. A seguire il padovano Alessio Berti vincitore della fascia 1940-1959 con una Legnano del 1958, il trentino Dario Pegoretti nella fascia 1960-75, in perfetto stile Salvarani con bici Chiorda del 1969 e maglia azzurra della celebre squadra parmense di Adorni e Gimondi, e il cesenate Luciano Corvetti su una Alan del 1978 (fascia 1976-87). A premiare, naturalmente l´assessore Antonini e il sindaco Buriola, ma anche una graditissima ospite, ossia Maria "Mary" Cressari, una delle pioniere del ciclismo femminile, quattro volte campionessa italiana e già detentrice del record dell´ora. A suggello di questa due giorni le parole di Gianluca Ghiretti, titolare insieme ai fratelli Fausto e Giampaolo dell´omonima impresa di costruzioni che ha patrocinato l´evento e dirigente dell´Unione Velocipedistica Parmense sotto la cui egida lo stesso si è svolto: "Siamo riusciti ancora una volta nel nome di nostro padre che era un grande appassionato di ciclismo nell´intento di far divertire tante persone - ha dichiarato Ghiretti e questo grazie al coinvolgimento di un intero paese e addirittura di un intero comune a cui va il più sentito ringraziamento ma in una giornata di festa non vogliamo dimenticare chi in questo momento a pochi chilometri da qui sta soffrendo per cui parte delle quote di iscrizione saranno devolute ai nostri amici modenesi che hanno vissuto la terribile tragedia del terremoto." Dopo questo gesto sincero e generoso, è giunto il momento dei saluti e dell´appuntamento al 2013 che ci si auspica ancora più intenso e ricco di novità.

PAOLO BORELLI

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio